L’hotel con più di 17 mila etichette in carta. Sai qual è la bottiglia più costosa?

Grand Lisboa Hotel Exterior 3

Il paradiso degli enofili esiste e si trova a Macao, ex colonia portoghese, diventata regione amministrativa speciale della Cina nel 1999. Nei seminterrati dell’hotel Grand Lisboa, un grattacielo di 47 piani a forma di fiore di loto, 14 enormi magazzini custodiscono centinaia di migliaia di bottiglie.

Una carta dei vini da oltre 17000 etichette che rappresenta la più ampia selezione di vini del continente asiatico e probabilmente del mondo.

Wine-Cellar

In questo video Paul Lo, Food & Beverage Manager, ci guida in un tour virtuale di quello che potrebbe sembrare più un gigantesco centro logistico che una cantina. Seguitelo fino a metà video quando entra nel magazzino B3 e tira fuori bottiglie leggendarie una dopo l’altra: Petrus 1961, Chateau Margeaux 1900, Chateau Haut Brion 1928 per poi passare ad altre mitiche etichette di Borgogna.

Immagini più uniche che rare dal momento che si tratta di uno dei posti meno accessibili e fotografati al mondo.

Spulciando la carta dei vini mi sono fatto prendere dal mio debole per i vintage wines e ho scelto i miei vini ultra secolari per una cena da sogno. Non essendoci vini spumanti così datati, inizio con un bianco, uno Chenin di fine ‘800: Vouvray Marc Brédif Collection 1893, anno di fondazione della cantina, in carta a 44500 pataca di Macao (MOP), meno di 5000 euro, praticamente un affare! Per il rosso mi spingo ancora più indietro con un vino prodotto appena dieci anni dopo la storica Classificazione ufficiale dei vini di Bordeaux del 1855: Château Latour 1865 a 400000 MOP, circa 44 mila euro. Per il gran finale: Château d’Yquem, annata 1825! E sono altri 400 mila MOP per un totale di 844500 MOP, circa 94 mila euro. Sognare è decisamente più economico, per fortuna.

Se queste vi sembrano cifre irraggiungibili sappiate che l’etichetta più cara in assoluto è quotata 830 mila MOP, oltre 92 mila euro. Si tratta di una bottiglia da 500 ml, non è francese, non è italiana e non è neanche un vino, si tratta di un rarissimo distillato cinese: Kweichow Moutai (80 years old).

Curioso di consultare nel dettaglio la loro carta dei vini? La trovi qui in tutto il splendore: un pdf di 583 pagine

Fai clic per accedere a Hotel_Lisboa_Outlets_Wine_list.pdf

Attenzione, è aggiornata a dicembre 2019. Se quindi hai programmato una cena, il consiglio è di avere un “piano b”: la magnum di Pétrus 1921 (da circa 60 mila euro) che hai puntato potrebbe non esserci più… Cosa ne pensi di un Romanée-Conti 1959? Sono solo 22 mila euro…più o meno. E non dimenticare di aggiungere il 10% di service charge!

 

 

Informazioni su La Fillossera ()
Graziana + Giovanni * Innesti di vino e cultura = La Fillossera. Degustazioni, racconti, viaggi, eventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: