La botte di vino più grande del mondo è in Germania

Maestosa nella valle, gigantesca,
sprofondava la rocca fatale
lacerata dalle tempeste.
Ma su quel titano senescente
Il sole eterno versava la luce
Che dà giovinezza

Friedrich Holderlin

Così il poeta Friedrich Holderlin descrive le rovine del Castello di Heidelberg.

La maestosa fortezza fu costruita nel corso dei secoli dai Principi Elettori del Palatino. Rasa al suolo durante la Guerra dei Trent’Anni e poi, nuovamente, centro di aspre battaglie durante la Guerra di successione del Palatino a metà del 1600; la fortezza divenne simbolo della nazione tedesca divisa e decaduta e insieme fonte di ispirazione patriottica, soprattutto durante il Romanticismo tedesco.

All’interno della fortezza, tra il 1582 e il 1592, venne costruita una apposita stanza per ospitare la Grosses Fass, ossia la Grande Botte. I contadini della zona erano tenuti a versare una parte del vino prodotto all’interno della botte, a mo’ di imposta. 

Sebbene nata con una funzione pratica, la botte divenne presto oggetto di aneddoti e leggende. Negli anni i Principi elettori la ingrandirono sempre più. Sotto il regno di Carlo Teodoro, nel 1751, la sua capacità arrivò a quella attuale di oltre 220.000 litri.

Weinfass

Lunga ben otto metri e mezzo e alta sette metri, in cima ha una pista da ballo. Herman Melville, nella sua opera Moby Dick, titola il capitolo 77 “La Gran Botte di Heidelberg” e paragona una parte della testa del capodoglio albino, detta Cassa, proprio alla botte.  Le somiglianze non si limitano alle misure straordinarie dell’una e dell’altra. Melville paragona sia le decorazioni presenti sulla botte alle pieghe sulla fronte della Balena sia i rispettivi contenuti:

[…] come quella di Heidelberg era sempre rifornita dei più eccellenti vini delle valli renane, così la botte della balena contiene di gran lunga la più preziosa di tutte le sue oleose vendemmie, vale a dire l’apprezzatissimo spermaceti, nel suo stato di purezza, limpidezza e fragranza assolute.

La Gran Botte costituisce oggi una delle principali attrazioni turistiche per chi visita il Castello e il borgo di Heidelberg.

Purtroppo il vino al suo interno non c’è più!


Desideri approfondire la conoscenza del vino tedesco?

Ti consigliamo il libro Atlante mondiale dei vini di Hugh Johnson e Jancis Robinson.

Informazioni su La Fillossera ()
Graziana + Giovanni * Innesti di vino e cultura = La Fillossera. Degustazioni, racconti, viaggi, eventi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: