Eventi

Una canzone, una poesia e un vino: il Suonatore Jones

Oggi sono 19 anni che viviamo (meno bene) senza Fabrizio De Andrè. Ci manchi Faber

LA FILLOSSERA

Dormono sulla collina uomini e donne strappati alla vita troppo presto, perché sempre presto arriva la morte. Strappati in modo violento o morti d’amore. Dormono e sulla collina si affollano domande e contraddizioni che non trovano soluzione. Il camposanto è una collina perché i morti sono leggeri e salgono poco più in alto del quotidiano fluire. Distanti ma non troppo, dimenticati solo per chi non vuole vedere, solo per chi non vuole ascoltare e resta sempre un passo più in giù della verità.

Dov’è Jones il suonatore
che fu sorpreso dai suoi novant’anni
e con la vita avrebbe ancora giocato.
Lui che offrì la faccia al vento,
la gola al vino e mai un pensiero
non al denaro, non all’amore né al cielo.

Sulla collina c’è anche un uomo, morto a novantanni. Il suonatore Jones. Lui, la vita, l’ha vissuta e non ha rimpianti. Ha amato, su tutto, la libertà. Una…

View original post 487 altre parole

Informazioni su La Fillossera ()
(Graziana + Giovanni) * Innesti di vino e cultura = La Fillossera. Degustazioni, racconti, viaggi, eventi.

2 Commenti su Una canzone, una poesia e un vino: il Suonatore Jones

  1. Ma che bello questo articolo! Anche il vino è poesia, quindi è un grande abbinamento con la lettura di Spoon River e l’ascolto di Faber. Straordinario! 😀 ❤ 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: